Come non ingrassare a Natale

10 consigli per non ingrassare durante le feste di Natale

Durante le feste è facile prendere peso. Tra pranzi di famiglia, tavole imbandite e dolci tentazioni, resistere diventa un’impresa quasi impossibile. Se si considerano solamente i pasti tradizionali del 24, del 25 e del 31 dicembre, il nostro organismo è in grado di autoregolarsi e di mantenere il peso di partenza, soprattutto se tra un pasto e l’altro ci concediamo delle passeggiate e dell’attività fisica. Ma se le esagerazioni durano da Natale alla Befana, allora la bilancia potrà segnare anche 3-4 kg in più, una zavorra difficile da smaltire dopo le feste, soprattutto per chi parte già appesantito.

Pensare di tagliare calorie ed evitare gli eccessi digiunando in vista del tradizionale cenone purtroppo non serve.

Saltando i pasti incappiamo in quel fenomeno chiamato “carestia”, a seguito del quale l’organismo dopo un digiuno tende ad accumulare più grasso di deposito non appena sarà disponibile nuovamente il cibo per paura di non riceverne più. Arrivare troppo affamati al cenone, inoltre, spingerà ad abbuffarsi. Per evitare ciò, meglio non saltare i pasti, ma concedersi una colazione in linea con le nostre abitudini, degli spuntini a base di frutta e un pasto leggero a base di verdure e proteine (carne o pesce).

Niente paura, con alcuni facili accorgimenti è possibile non ingrassare durante le festività natalizie.

1. Chi ben comincia… – La cosa bella delle festività è che si sa esattamente quando arrivano. Quindi nei giorni che precedono il Natale e il Capodanno è meglio stare leggeri scegliendo alimenti sazianti ma facilmente digeribili e con un basso apporto calorico. È consigliato preferire i cereali in chicco quali riso, farro, avena e grano saraceno, rispetto a pane, pasta e riso raffinati, abbinando tante verdure e le proteine del pesce.

2. Concedersi dei pasti liberi – È importante avere un approccio all’alimentazione equilibrato e attento agli ingredienti, alle etichette, alla stagionalità e alle porzioni dei prodotti per conservare un peso stabile. Poi durante le festività è possibile concedersi 2-3 “pasti liberi” dalla dieta per godersi pranzi e cenoni senza stress.

3. Non saltare la colazione – Una colazione equilibrata aiuta a mantenere il giusto peso perché riattiva subito il metabolismo dopo il digiuno della notte.

4. Tanta, tanta acqua – Prima di sedersi a tavola per pranzi e cenoni bere due bicchieri d’acqua: i liquidi aumentano la sensazione di sazietà, oltre ad aiutare i processi digestivi. Via libera anche a tè verde, infusi o tisane senza zuccheri, che idratano e aiutano a depurare l’organismo.

5. Tutto ma poco – Durante le festività le portate sono tante e si rischia di alzarsi da tavola appesantiti e gonfi. Se non si vuole rinunciare alla lasagna, all’arrosto e al dessert la regola d’oro è di fare delle mini porzioni in modo da evitare eccessi. Così si può mangiare tutto, ma in quantità dimezzata.

6. Non rinunciare al dolce – Per evitare l’effetto sommatorio di carboidrati è preferibile ridurre le dosi: si può mangiare mezza porzione di pasta e mezza di panettone o pandoro senza sensi di colpa.

7. Alcolici sì, ma senza eccessi – Champagne, prosecco e vini non possono mancare su una tavola festiva: l’importante è non esagerare. L’alcol del vino, e di tutti gli alcolici e i superalcolici, apporta calorie (7 per grammo) che vengono definite vuote, perché prive di nutrienti utili per l’organismo, quindi berne in eccesso non è ideale né per la dieta né per la salute.

8. Concludere il pasto con una passeggiata – Non facciamoci prendere dalla pigrizia e dal torpore dopo un pranzo “corposo”, ma sostituiamo la pennichella con una passeggiata all’aria aperta: camminando di buon passo per almeno 40 minuti si favorisce la digestione e si bruciano calorie per mezzo dell’aumento della funzione metabolica.

9. No agli avanzi – Evitateli almeno subito dopo un pasto abbondante: si tratta sempre di preparazioni extracaloriche, pesanti e impegnative per la digestione.

10. Non andare a letto a stomaco vuoto – Saltare i pasti è sbagliato. Dopo un pranzo troppo abbondante, a cena meglio fare un pasto leggero scegliendo verdure crude o un minestrone. Anche una bevanda calda può aiutare a percepire il senso di sazietà per non arrivare affamati al pasto successivo.

Commenta con Facebook